Agesci

Stampa
Ci sono oltre 38 milioni di bambini, ragazzi ed adulti, uomini e donne che in 216 paesi e territori del mondo sono scouts e guide.
 
Lo Scautismo e il Guidismo sono un movimento mondiale
 
•  Di giovani 
•  Per i giovani 
•  Educativo 
•  Che esprime un ideale di vita
 
Fin dalla loro fondazione lo Scautismo e il Guidismo sono, nel loro complesso, un movimento educativo non formale di giovani che si propone come obiettivo la formazione integrale della persona secondo i principi ed i valori definiti dal suo fondatore Lord Robert Baden-Powell, attualizzati oggi dall'Organizzazione Mondiale del Movimento Scout (WOSM/OMMS - World Organization of the Scout Movement) e dall'Associazione Mondiale delle Guide Esploratrici (WAGGGS/AMGE - World Association of Girl Guides and Girl Scouts.) Lo scautismo è quindi un movimento..... in movimento ed è il più numeroso al mondo e con la maggior diffusione territoriale. Attraverso la fantasia, il gioco, l'avventura la vita all'aria aperta, l'esperienza comunitaria, la progressiva ricerca di senso della vita e lo sviluppo della dimensione sociale e spirituale, lo scautismo risponde alle tante e autentiche domande dei giovani sulla vita e sul crescere in essa. Lord Robert Baden Powell, B.-P per tutti gli scouts, nasce il 22 febbraio del 1857 a Londra e nella concretezza del suo linguaggio e delle sue intuizioni pedagogiche, aveva indicato in "quattro punti" i fondamenti del metodo scout: "formazione del carattere, abilità manuale, salute e forza fisica, servizio del prossimo", qualità semplici, ma necessarie per formare un uomo libero ed un buon cittadino. Diffusosi velocemente in tutto il mondo immediatamente dopo la sua fondazione nel 1907, durante la seconda guerra mondiale lo scautismo è stato sciolto in molti paesi europei dal nazismo e dal fascismo.
 
 
Un ideale di vita
 
Lo Scautismo si rivolge a ragazzi dai 7-8 anni fino ai 20-21, articolandosi in tre fasce di età (o "branche"): da 7-8 a 11 anni i bambini e le bambine vivono nel "branco" o nel "cerchio" come lupetti o coccinelle; dagli 11-12 ai 16 anni ragazzi e ragazze sono nel "reparto" come esploratori e guide; dai 16-17 ai 20-21 i giovani, uomini e donne, sono nel "clan" come rovers e scolte.  La proposta scout pur identica per tutti i ragazzi del mondo, può essere vissuta nei diversi contesti culturali e religiosi: i suoi principi ispiratori universali, sono sintetizzati nella Promessa, nella Legge scout e nel Motto.
 
La Promessa, infatti, recita:
"Con l'aiuto di Dio prometto sul mio onore di fare del mio meglio:
- per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio paese;
- per aiutare gli altri in ogni circostanza;
- per osservare la Legge scout".
 
Con questa Promessa, pronunciata a circa 12 anni il ragazzo non solo "entra a far parte della grande famiglia degli Scouts", ma si impegna di fronte a Dio ed al mondo, forte della fiducia che sente riposta in lui e della libertà con cui aderisce a questo ideale, per giocare un ruolo responsabile nella vita. Il ragazzo mette in gioco il suo onore, sapendo che lungo questa strada impegnativa l'importante non sarà mai l'essere arrivato, quanto fare del proprio meglio. Un impegno senza termine, "se piace a Dio per sempre", "una volta scout, sempre scout".
 
La Legge è un breve decalogo di atteggiamenti interiori e di valori morali che danno una direzione al ragazzo, proposti in chiave positiva per accentuarne la percorribilità:
 
"La Guida e lo Scout:
 
pongono il loro onore nel meritare fiducia;
sono leali;
si rendono utili e aiutano gli altri;
sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout;
sono cortesi;
amano e rispettano la natura;
sanno obbedire;
sorridono e cantano anche nelle difficoltà;
sono laboriosi ed economi;
sono puri di pensieri, parole e azioni".
Il Motto, diverso a seconda dell'età, in una sola parola sintetizza il positivo atteggiamento verso la vita e gli altri.
 
"Eccomi" e "Del nostro meglio" per i lupetti e le coccinelle;
"Siate pronti" per gli esploratori e le guide;
"Servire" per i rovers e le scolte. 
(Tratto da www. agesci.org)
 
 
La nascita dello Scoutismo a Nola risale in data 7 aprile 1924, quando il nostro gruppo viene immatricolato dal Commissariato Centrale dell'ASCI (Associazione Scout Cattolici Italiani), al n. 598. A Il Nola 1 ha sempre continuato il suo lavoro rivolto ai giovani della città e dintorni, incrementando il numero degli iscritti, al quale si cerca di far fronte con la formazione metodologica di nuovi Capi.  Oggi a Nola esiste solo il nostro Gruppo scout che opera presso la Parrocchia della M.S.S. della Stella La bellezza del mondo scout è l'inesauribilità delle risorse umane, dell'entusiasmo e del coinvolgimento.  E 'questo il nostro augurio che nasca nei giovani il desiderio di fare del puro volontariato per la felicità degli altri. 
Vivere lo scoutismo é un'avventura accattivante e divertente, é un modo per incontrarsi,confrontarsi e crescere insieme,anche nelle difficoltá,adulti e bambini. Il nostro gruppo,da anni,si impegna a lavorare sul territorio cercando di prestare servizio ove ne sia bisogno ma soprattutto cercando di rendere i ragazzi della nostra città cittadini attivi e disponibili al servizio.
 
 
Attività recenti del Gruppo Nola 1
• Nel maggio del 1998 il nostro gruppo ha coadiuvato le altre associazioni che si impegnarono nel prestare i primi soccorsi alle popolazioni di Sarno e Quindici colpite dall’alluvione;
• Durante le vacanze di Natale del 2002 il Clan ha prestato servizio alla popolazione di San Giuliano (CB), colpita dal terremoto;
• Nell’estate del 2010 alcuni capi del gruppo hanno prestato servizio presso il campo allestito all’Aquila (AQ), colpita dal terremoto;
• Nell’estate del 2000 il Clan ha prestato servizio a Lourdes per l’assistenza ai disabili;
• Nella primavera del 2004 il clan prestato servizio presso il carcere minorile di Nisida (Na);
• Nella primavera del 2005 il clan ha collaborato al reinserimento di una comunità di tossicodipendenti a Battipaglia (Sa);
• Nelle vacanze natalizie del 2006 e del 2010 il Clan ha prestato il proprio servizio realizzando attività con alcuni gruppi di ragazzi inseriti nei contesti ambientali “difficili” di Scampia e Miano (Na);
• A partire dalle vacanze di Natale del 2003, e a più riprese nel corso degli anni successivi,  (specialmente nel 2008 e Gennaio 2012), il Clan e il Noviziato hanno prestato servizio presso la Mensa dei poveri “Don Tonino Bello” di Avellino (AV);
• Nell’estate del 2004 e nella primavera del 2007 il noviziato e il clan hanno prestato il proprio servizio per la costruzione di alcuni alloggi presso la comunità religiosa di Sant’Antimo (Si).
• Durante l’anno 2007 siccome era il centenario dello Scoutismo a Febbraio abbiamo fatto la richiesta al Sindaco per inaugurare la Villetta delle Palazzine a Baden Powell, durante il mese di Maggio abbiamo fatto la Festa di Gruppo inaugurando la Villetta delle Palazzine a Baden Powell e durante il Campo estivo siamo andati tutto il Gruppo a Bocca della Selva (BN), durante il Campo abbiamo fatto il rinnovo delle Promesse;
• Durante la Settimana Santa del 2008 e del 2011, il Noviziato e il Clan hanno prestato servizio nella mensa fraterna di Roma nei pressi della stazione Termini;
• Durante il Campo Estivo del 2011 il Noviziato e il Clan Hanno prestati servizio nel Monastero di Bose Provincia di Biella;
• Nel 2004 e nel 2012 i Ragazzi del clan sono andati a fare la Route Estiva a Santiago di Compostela.
 
Oltre alle attività che il nostro gruppo ha gestito in ambito extraterritoriale, va annoverato anche il servizio continuativo prestato alla comunità nolana:
• Dal 1992 al 1998 il gruppo è stato impegnato in attività ricreative ed educative a favore dei ragazzi del Rione Gescal di Nola, con la creazione dell’associazione Campo dei Fiori, tutt’oggi attiva e gestita da capi scout;
• A partire dal 2005 e negli anni successivi il Noviziato, il Clan e la Comunità Capi sono stati impegnati nel servizio continuativo presso la Mensa Fraterna di Nola;
• Annualmente il nostro gruppo si impegna in attività di respiro territoriale (Festa di Gruppo, Thinking Day) che coinvolgono la cittadinanza nolana;
• Nel 2006 il Clan è stato impegnato in un’iniziativa parrocchiale rivolta alle famiglie bisognose e agli anziani per lo svolgimento di attività di assistenza domiciliare.
• Nel Gennaio del 2013 I Ragazzi del Reparto hanno partecipato all’iniziativa Unicef vendendo le Pigotte fuori la Chiesa della Stella. 
 
Info:  This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
 
AddThis Social Bookmark Button
Torna indietro
Copyright 2013 Agesci. Sito Realizzato da Dentico Pasquale
Template Joomla 1.7 by Wordpress themes free